I personaggi (parte 1)

Akhaar soshor ragazzi!

L’argomento di cui vogliamo iniziare a parlarvi oggi è tra quelli che più abbiamo a cuore: i personaggi.

Il progetto Genomia aveva 5 personaggi principali: 2 giocabili, Artico e Naida, e 3 Bifronti. Di nessuno di loro era stata stata studiata a fondo la propria direzione artistica (del resto non ne avevamo avuto ancora il tempo!), e soprattutto potevano non essere apprezzati dal grande pubblico dei giocatori dai 16 ai 30 anni, visto il loro spirito “Disneyano”.

Inoltre, a cavallo tra il 2017 ed il 2018 eravamo nel pieno della riscrittura della storia (con la demo di Genomia avevamo avuto modo di notarne i punti deboli) e viste le tematiche profonde e la rivisitazione radicale dei protagonisti e degli antagonisti, il pensiero di sviluppare per il gioco, dei personaggi meno “fumettistici” ed un pizzico più “cinematografici”, ci veniva spontaneo.

Aggiungiamo alla ricetta la necessità, visti gli scarsi risultati nella demo di Genomia, di rifare da capo tutte le animazioni e di ri-scrivere la programmazione dei controlli per i personaggi, ed ecco che otteniamo le condizioni ideali per…ripartire da zero!

Per X-light abbiamo sviluppato 4 personaggi principali: Rise-S e Faith-S (giocabili), Selius-V e Vogan-V (antagonisti). Ognuno di questi personaggi è stato dapprima approfondito nella scrittura, dove sono state descritte fattezze, carattere, origini e problematiche. Con una base così solida, abbiamo poi sviluppato insieme a Gianluca (il concept artist di X-light) quella che sarebbe diventata l’estetica dei personaggi. Ma la domanda che subito ci siamo posti è stata: cosa ci serve per rendere questi personaggi un giusto compromesso tra la loro profondità e la loro giocabilità? Da dove partiamo?

La risposta? Dallo sguardo! Quello che subito doveva “rapirci” di questi personaggi era il loro sguardo, e più in generale, la loro espressione. Del resto, non è forse questo che ci lascia la prima impressione di qualcuno quando lo incontriamo per la prima volta? Lo sguardo doveva comunicare molto dei personaggi, senza conoscerne ancora nulla. Ma non solo! L’espressione definisce tanto anche il volto nelle sue forme e proporzioni, e questo ci è servito moltissimo per impostare le linee di tutto il corpo. Ma di questo ne parleremo più avanti.

Potrà sembrarvi esagerato, del resto siamo ripartiti dalle origini, con argomenti che con salti, abilità varie e frenesia hanno davvero poco in comune (“c’era una volta…”), ma pensiamo che si debba partire da lontano per arrivare molto più lontano!

A presto con la seconda parte sullo sviluppo dei personaggi!

Chaaluca!

Leave a Comment

Latest Posts
Rise
  • 10 dicembre, 2018
I personaggi (parte 2)
  • 6 dicembre, 2018
Le shade
  • 2 dicembre, 2018
I personaggi (parte 1)
  • 30 novembre, 2018
Althaze: le isole
  • 27 novembre, 2018
Newsletter
Login
Loading...
Sign Up

New membership are not allowed.

Loading...